parità salariale, avanti con maggioranza risicata

Con 7 voti contro 6, la Commissione della scienza, dell’educazione e della cultura del Consiglio degli Stati (CSEC-S) ha proposto alla propria Camera di entrare in materia.

La maggioranza è in linea di massima favorevole alle misure giuridiche formulate dal Consiglio federale per realizzare la parutà salariale tra uomini e donne. Le misure prevedono l’obbligo (per le imprese con più di 50 lavoratori) di effettuare ogni 4 anni un’analisi sulla parità salariale sottoponendola poi allla verifica di un prgano indipendente.